IC GROSSETO 6

BACHECA MULTIMEDIALE

Questa pagina è nata con lo scopo di informare i docenti sui corsi di aggiornamento presenti in rete e per presentare agli studenti e alle loro famiglie i servizi offerti dal nostro Istituto e, i progetti e le iniziative a cui partecipano le classi.

 

 

PNSD

Il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD) è un documento pensato per guidare le scuole in un percorso di innovazione e digitalizzazione, come previsto nella riforma della Scuola approvata quest’anno (legge 107/2015 – La Buona Scuola). Il documento ha funzione di indirizzo; punta a introdurre le nuove tecnologie nelle scuole, a diffondere l’idea di apprendimento permanente (life-long learning) ed estendere il concetto di scuola dal luogo fisico a spazi di apprendimento virtuali.

 

Nella seduta del Collegio dei Docenti del 17 maggio 2019 è stato presentato il “Piano di Istituto per la prevenzione e il contrasto al bullismo e al cyberbullismo” per l’anno 2019-2020, il documento ed i suoi allegati sono visionabili e scaricabili dalla specifica pagina

 

 

 

G-Suite for education

G-Suite for education è una piattaforma gratuita di applicazioni e servizi per la collaborazione, progettati specificamente per istituti scolastici e università. Con questa piattaforma si permette a studenti, insegnanti e team educativo di comunicare tra loro. Tutto viene automaticamente salvato nel cloud: il risultato è che email, documenti, calendari e siti sono accessibili e modificabili da quasi tutti i dispositivi (pc, tablet e smartphone), sempre e dovunque. La facilità e la rapidità della collaborazione sono le caratteristiche che rendono unica la G-suite. Gli strumenti per la creazione di documenti e siti web offrono funzionalità di modifica in tempo reale, potenti controlli di condivisione e totale compatibilità: un ambiente ideale per lo studio. Studenti, insegnanti e personale scolastico potranno sempre accedere ai software più recenti, inclusi le ultime funzioni e gli aggiornamenti della sicurezza il tutto è completamente gratis. Il nostro Istituto nell’ottica di un miglior servizio educativo e per espletare la didattica a distanza, si è fornita di questa piattaforma creando account personalizzati per ogni docente e alunno.

 

 

 

Progetti a cui il nostro Istituto partecipa:

Generazioni Connesse

Il progetto Safer Internet Centre – Generazioni Connesse, è co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Connecting Europe Facility (CEF) – Telecom, ed è membro di una rete promossa dalla Commissione Europea che si concretizza nella piattaforma online “Better Internet for Kids” gestita da European Schoolnet, in stretta collaborazione con INSAFE (network che raccoglie tutti i SIC europei) e Inhope (network che raccoglie tutte le hotlines europee). Il progetto è coordinato dal MIUR con il partenariato di alcune delle principali realtà italiane che si occupano di sicurezza in Rete: Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Polizia di Stato, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, gli Atenei di Firenze e ‘La Sapienza’ di Roma, Save the Children Italia, Telefono Azzurro, la cooperativa EDI onlus, , Skuola net e l’Agenzia di stampa DIRE e l’Ente Autonomo Giffoni Experience. Il Safer Internet Centre (noto anche come SIC) nasce per fornire informazioni, consigli e supporto a bambini, ragazzi, genitori, docenti ed educatori che hanno esperienze, anche problematiche, legate a Internet e per agevolare la segnalazione di materiale illegale online. L’obbiettivo generale è di sviluppare servizi dal contenuto innovativo e di più elevata qualità, al fine di garantire i giovani utenti la sicurezza “nell’ambiente” on line, considerando, al contempo, il connesso investimento come un’occasione ‘virtuosa’ per una crescita ‘sociale’ ed economica dell’intera collettività. Nel sito è possibile accedere ad un area dedicata alla formazione di docenti, genitori e studenti.

 

Rally Matemativo Transalpino

Il Rally matematico transalpino (RMT) è un confronto fra classi, dalla terza elementare al secondo anno di scuola secondaria di secondo grado, nell’ambito della risoluzione di problemi di matematica, e si svolge in Algeria, Argentina, Belgio, Francia, Italia, Lussemburgo e Svizzera. È organizzato dalla “Associazione Rally Matematico Transalpino” (ARMT, costituita sulla base degli articoli 60 e seguenti del codice civile svizzero), il cui statuto recita, fra l’altro: “L’ARMT è un’associazione culturale il cui obiettivo è promuovere la risoluzione di problemi per migliorare l’apprendimento e l’insegnamento della matematica tramite un confronto fra classi. L’associazione non persegue obiettivi lucrativi. Le attività dell’associazione possono svolgersi ovunque nel mondo.

 

Gioiamathesis

Gioiamathesis è stata fondata nel 1989 da alunni del Prof. Michele Villanova, studioso e docente del liceo Classico di Gioia del Colle, al fine dipromuovere iniziative per il miglioramento della didattica della matematica secondo le metodologie della Prof. Emma Castelnuovo. Gioiamathesis ha ripreso l’organizzazione di gare di matematiche, promosse per la prima volta, dal 1964 al 1967, da Tullio Viola, ridefinendole olimpiadi dei giochi logici linguistici matematici ed estendendo la partecipazione agli studenti di scuole di ogni ordine e grado dai 5 ai 18 anni. In occasione della quinta edizione dell’olimpiade, nel 1996, il Rettore Chiar.mo Prof. Aldo Cossu, al fine di portare la Scuola nell’ Università, concesse a tale competizione il primo patrocinio morale dell’Università di Bari, seguito nel 1998 da quello del Politecnico di Bari e nel 2002 del Parlamento Europeo. Nel Febbraio 2009 Gioiamathesis è stata accreditata dal Ministero della Pubblica istruzione fra gli Enti per la valorizzazione delle eccellenze. Dal 2016 le olimpiadi dei giochi logici linguistici matematici è internazionale per gli studenti di lingua italiana,francese, spagnola e tedesca. Gioiamathesis promuove scambi interculturali, organizza convegni, collabora per rassegne culturali con Enti locali, seminari per la divulgazione della didattica matematica, producendo e fornendo sussidi didattici.

 

Giochi Matematici Bocconi

“Logica, intuizione e fantasia” è il nostro slogan. Vuole comunicare con immediatezza che i “Campionati Internazionali di Giochi Matematici” sono delle gare matematiche ma che, per affrontarle, non è necessaria la conoscenza di nessun teorema particolarmente impegnativo o di formule troppo complicate. Occorre invece una voglia matta di giocare, un pizzico di fantasia e quell’intuizione che fa capire che un problema apparentemente difficile è in realtà più semplice di quello che si poteva prevedere. Un gioco matematico è un problema con un enunciato divertente e intrigante, che suscita curiosità e la voglia di fermarsi un po’ a pensare. Meglio ancora se la stessa soluzione sorprenderà poi per la sua semplicità ed eleganza.

 

Olimpiadi del Problem Solving

Gare di informatica per promuovere la diffusione del Pensiero Computazionale tramite attività coinvolgenti che si applicano alle diverse discipline scolastiche.

 

 

 

Safer Internet Day

Il Safer Internet Day (SID) è un evento annuale, organizzato a livello internazionale con il supporto della Commissione Europea nel mese di febbraio, al fine di promuovere un uso più sicuro e responsabile del web e delle nuove tecnologie, in particolare tra i bambini e i giovani di tutto il mondo. Nel corso degli anni, il Safer Internet Day (SID) è diventato un evento di riferimento per tutti gli operatori del settore, le istituzioni le organizzazioni della società civile, arrivando a coinvolgere, oggi, oltre 100 Paesi.

 

Programma il Futuro

Il CINI – Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica, ha avviato a partire dall’anno scolastico 2014-15 il progetto Programma il Futuro, in collaborazione con il MIUR – Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca. L’obiettivo è fornire alle scuole una serie di strumenti semplici, divertenti e facilmente accessibili per formare gli studenti ai concetti di base dell’informatica. L’Italia è uno dei primi Paesi al mondo a sperimentare l’introduzione strutturale nelle scuole dei concetti di base dell’informatica attraverso la programmazione, usando strumenti di facile utilizzo e che non richiedono un’abilità avanzata nell’uso del computer. Il MIUR all’inizio di ogni anno scolastico invita le scuole alla partecipazione. Il progetto è stato riconosciuto come iniziativa di eccellenza europea per l’educazione digitale nell’ambito degli European Digital Skills Awards 2016.

 

Hour of Code

L’Ora del Codice, in inglese The Hour of Code, è un’iniziativa nata negli Stati Uniti nel 2013 per far sì che ogni studente, in ogni scuola del mondo, svolga almeno un’ora di programmazione. L’obiettivo non è quello quello di far diventare tutti dei programmatori informatici, ma di diffondere conoscenze scientifiche di base per la comprensione della società moderna. Capire i principi alla base del funzionamento dei sistemi e della tecnologia informatica è altrettanto importante del capire come funzionano l’elettricità o la cellula. È necessario che gli studenti apprendano questa cultura scientifica qualunque sia il lavoro che desiderano fare da grandi: medici, avvocati, giornalisti, imprenditori, amministratori, politici, e così via. Inoltre, la conoscenza dei concetti fondamentali dell’informatica aiuta a sviluppare la capacità di risoluzione di problemi e la creatività.

 

I Miei 10 Libri

L’iniziativa ha lo scopo di promuovere la lettura e la cultura, di formare lettori motivati e consapevoli, di accrescere e alimentare il desiderio di imparare e apprendere, di sottolineare la funzione della lettura come indispensabile pratica educativa e formativa, di rafforzare il ruolo e la visibilità delle biblioteche scolastiche intese, oggi, nella loro nuova accezione di laboratori e ambienti innovativi in cui, anche attraverso nuove metodologie didattiche, coltivare e sviluppare conoscenze, saperi, attitudini e abilità trasversali. A tal fine gli studenti sono chiamati a votare i libri preferiti che, anche in formato digitale, andranno ad arricchire le biblioteche scolastiche dei loro istituti.

 

 

Letture Gratis

Da questi siti è possibile scaricare e leggere gratuitamente testi classici e guide infomatiche:

Liber Liber: classici della letteratura

Project Gutenberg: oltre 44.000 libri divisi per argomenti

Manuali.Net: guide informatiche di varia natura.

 

 

Principali piattaforme presenti in rete che si occupano di proporre corsi di formazione online:

 

Orizzonte Scuola Formazione

Questo è il portale sviluppato da Orizzonte Scuola per favorire l’aggiornamento e la formazione dei docenti. Attraverso questo sito è possibile accedere a numerosi corsi (alcuni gratuiti, altri a pagamento anche con carta docente), partecipare ad webinair e usufruire di dispense (è richiesra la registrazione anch’essa gratuita). Tra quelli presenti nel portale si evidenziano: Classroom in un’ottica di classe virtuale e classe capovolta (flipped classroom) e Didattica a distanza, come farla con G Suite for Education di Google.

 

European Schoolnet Academy

L’European Schoolnet Academy mette a disposizione dei docenti europei corsi, pubblicazioni, risorse, documenti, guide ed eventi per migliorare le pratiche didattiche. In particolare, i corsi erogati dalla ESA mirano al potenziamento delle competenze digitali dei docenti. Il tutto viene inquadrato e finalizzato ad un approccio che preveda l’utilizzo delle nuove tecnologie nell’attività quotidiana in classe e ha quindi un taglio fortemente pratico che però non perde assolutamente di vista gli aspetti metodologici. I corsi sono in lingua inglese e possono essere fruiti gratuitamente: basta iscriversi. Inoltre, essendo erogati online, permettono al docente una certa elasticità di tempi (anche se comunque prevedono delle scadenze per le consegne e per lo svolgimento dei vari moduli). Sono previsti dei certificati elettronici alla fine e al superamento di tutti i test e allo svolgimento delle attività previste.

 

EMMA

The European Multiple MOOC Aggregator, in breve EMMA, è un progetto pilota di 30 mesi supportato dall’Unione Europea. Ha l’obiettivo di mostrare l’eccellenza nelle metodologie innovative di insegnamento attraverso la sperimentazione di MOOCs su diversi argomenti. EMMA fornisce un sistema per erogare corsi aperti e gratuiti – in modalità multilingue – prodotti da università Europee e istituzioni della cultura per aiutare a preservare e a promuove la ricchezza culturale, educativa e linguistica dell’Europa.

 

 

Risorse presenti in rete:

Scratch

Con Scratch puoi programmare storie interattive, giochi e animazioni e puoi condividere le tue creazioni con gli altri membri della comunità. Scratch insegna ai giovani a pensare in maniera creativa, a ragionare in modo sistematico e a lavorare in maniera collaborativa queste sono tutte capacità essenziali per chi vive nel 21mo secolo. Scratch è un progetto del Lifelong Kindergarten Group dei Media Lab del MIT. È reso disponibile in maniera completamente gratuita.

 

Linux Day

Linux day è la principale manifestazione italiana dedicata a Linux, al software libero, alla cultura aperta ed alla condivisione: decine di eventi in tutta Italia, centinaia di volontari coinvolti e migliaia di visitatori per celebrare insieme la libertà digitale! Dal 2001 il Linux Day è una iniziativa distribuita per conoscere ed approfondire Linux ed il software libero. Si compone di numerosi eventi locali, organizzati autonomamente da gruppi di appassionati nelle rispettive città, tutti nello stesso giorno. In tale contesto puoi trovare talks, workshops, spazi per l’assistenza tecnica, gadgets, dibattiti e dimostrazioni pratiche.

 

 

 

Strumenti Informatici Compensativi per BES e DSA

Di seguito sono ripartate delle APP dedicate ai ragazzi con bisogni educativi speciali:

Voice Dream Reader: è una particolare applicazione per Androind e Ios per la lettura di testi ed E-book che non si limita a mostrare il testo a schermo, ma è in grado di trasformare il testo in un testo parlato, come fosse un file audio; unico diffetto il costo (10,99 € per Android e 16,99 € per Ios).

Letmetalk: Un’ applicazione gratuita CAA Talker per Android che supporta la comunicazione in ogni momento della vita e offre a ogni persona una voce. LetMe Talk offre la possibilità di allineare in sequenza logica le immagini in modo da formare una frase sensata. La sequenza di immagini è conosciuta come comunicazione supportata. Il database comprende più di 9000 immagini, di facile comprensione dell’ ARASAAC. Inoltre si possono aggiungere all’applicazione ulteriori immagini oppure scattare delle fotografie con la propria fotocamera. E’ adatto per alunni con autismo e sindrome di Asperger, afasia e aprassia, disturbi articolazione e vocali, sclerosi laterale amiotrofica, motor neuron disease (MND), paralisi cerebrale infantile; sindrome di down.

Me Lo Leggi?: è un’app multipiattaforma molto semplice realizzata da studenti di terza media (le classi terze dell’IC Frezzotti Corradini di Latina), le funzioni di “Me lo Leggi?” sono: sintesi vocale (trasforma un testo scritto in audio), riconoscimento vocale (trasforma il parlato in un testo scritto digitale), scansione OCR (trasforma il testo stampato in un testo digitale), copia testo (dalla finestra di testo verso qualsiasi altra applicazione), incolla testo (da qualsiasi altra applicazione verso la finestra di testo dell’App), condividi (con qualsiasi Applicazione: Drive, Gmail, App per la Stampa, ma anche social network come Whatsapp, Facebook…).

TAPTAPSEE: è un’applicazione studiata appositamente per non vedenti, che ha lo scopo di descrivere un oggetto dopo averne fatto una fotografia. Può descrivere i colori di un oggetto (camicia bianca a righe) o, in alcuni casi, anche il nome e la marca di un alimento o di una scatola di medicinali; necessita di una connessione internet sempre attiva e si avvale di un server nel quale è installato un database con i nominativi dei vari oggetti tradotti in varie lingue tra cui l’italiano, grazie al quale una volta ricevuta la foto dall’utente, restituisce dopo qualche secondo la descrizione più o meno dettagliata; infatti talvolta, dello stesso oggetto dà descrizioni diverse a seconda dell’inquadratura della fotocamera.
Le descrizioni sono tradotte in italiano ma l’interfaccia è in lingua inglese, ciononostante però i controlli sono molto semplici.

Altre risorse sono fruibili dal portale dell’AID cliccando qui.

Easyreading font

Il progetto: partiamo dall’idea di aiutare a decifrare le parole scritte in modo fluido e immediato. Il risultato di quasi un decennio di studi è EasyReading, carattere tipografico che supera le barriere di lettura anche per chi è dislessico. EasyReading è un font ibrido – dal disegno essenziale – perché presenta contemporaneamente lettere con grazie (serif) e lettere senza grazie (sans-serif). Lo specifico design delle lettere con grazie dedicate, utili a prevenire lo scambio percettivo tra lettere simili per forma, ha permesso di determinare ampi spazi calibrati che contrastano l’effetto affollamento percettivo (crowding effect) dando così maggior respiro alla lettura.

 

 

Organigramma del personale “Multimediale”